sabato 14 luglio 2012

Battuta di caccia - Jussi Adler-Olsen

Eccomi alla mia ultima lettura.

Un gruppo di persone influenti, la cui maggiore aspirazione è vivere al limite. Gente esperta, che ha lasciato un'impronta sul paese e pensa più in grande degli individui comuni. Un collegio esclusivo li ha uniti in gioventù, hanno fatto di Arancia meccanica il loro film culto, e dopo vent'anni la passione per la caccia li tiene ancora insieme. Sono potenti e sono ricchi, divorati dall'eccitante inquietudine della sfida, ma nonostante le carriere impeccabili, sui loro anni di scuola circolano storie sconvolgenti, sospetti di violenze mai denunciate, perfino del tragico omicidio di due studenti, fratello e sorella, i cui corpi martoriati furono ritrovati in una casa di vacanza non lontano dal collegio. Quando l'incartamento del caso ormai archiviato finisce misteriosamente sulla sua scrivania alla Sezione Q, Carl Morck si rende conto che tra quelle pagine c'è qualcosa di molto sbagliato e, con l'aiuto del suo assistente siriano Assad, decide di riaprire le indagini. Le tracce portano ai vertici della società, ad agenti di borsa e chirurghi estetici che regnano sulla debolezza della gente. Ma puntano anche al mondo opposto, quello degli emarginati e dei disperati, dove una senza tetto granitica ha deciso che chi ha abusato di lei, mortificandola, pagherà per le proprie azioni. Un'indagine che attraversa l'intera gerarchia sociale, e che rivela che troppo spesso il male nasce da diffidenza e assenza di empatia, e che freddezza e mancanza d'amore possono avere esiti mostruosi. 

Secondo caso per la sezione Q con una new entry nel gruppo, tra il detective Carl e il suo assistente Assad fa la sua conparsa la segretaria Rose. Anche in questo secondo capitolo grande intensita, suspance, azione e indagine, che procede nell'elite danese e nella misteriosa donna che vive sulla strada. Ritmo e tensione non mancano e i personaggio sono tutti molto sfaccettati, restano gli enigmi solo sull'assistente Assad, enigmi che passano nella testa anche di Carl, ma certe cose vanno svelate pian piano con il procedere dei libri.
Grande lavoro investigativo del trio della sezione Q, ma anche molta visione della storia da parte di Kimmie.

Decisamente da un thriller non si può chiedere di più,  ci sono tutti gli ingredienti giusti, adesso aspettiamo il terzo libro, sperando che non passi troppo tempo per l'uscita.

2 commenti:

  1. Ma che bestia c'è in copertina? XD
    Ok, non so se questo lo metto in lista.. però son contenta perché la crisi è finalmente scongiurata *w*

    RispondiElimina

Grazie della visita, se mi lasci un commento a me fa piacere :)

Ti potrebbero interessare

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...