giovedì 22 febbraio 2018

Fiori sopra l'inferno - Ilaria Tuti

«Tra i boschi e le pareti rocciose a strapiombo, giù nell’orrido che conduce al torrente, tra le pozze d’acqua smeraldo che profuma di ghiaccio, qualcosa si nasconde. Me lo dicono le tracce di sangue, me lo dice l’esperienza: è successo, ma potrebbe risuccedere. Questo è solo l’inizio. Qualcosa di sconvolgente è accaduto, tra queste montagne. Qualcosa che richiede tutta la mia abilità investigativa. Sono un commissario di polizia specializzato in profiling, e ogni giorno cammino sopra l’inferno. Non è la pistola, non è la divisa: è la mia mente la vera arma. Ma proprio lei mi sta tradendo. Non il corpo acciaccato dall’età che avanza, non il mio cuore tormentato. La mia lucidità è a rischio, e questo significa che lo è anche l’indagine. Mi chiamo Teresa Battaglia, ho un segreto che non oso confessare nemmeno a me stessa, e per la prima volta nella vita ho paura».


ATTENZIONE POSSIBILI SPOILER
Incuriosito dalla descrizione ho preso il libro, e devo dire che le premesse delle prime venti pagine facevano ben sperare, però poi il resto del libro non le ha mantenute.
Lo stile di scrittura è si molto scorrevole, ma è la storia a non essere molto di mio gusto, poi diciamo che la protagonista è di un irritante come pochi, con il suo vessare i subalterni, in particolare il nuovo arrivato con quell'atteggiamento da so tutto io. Poi il serial killer che non è un serial killer decisamente non mi convince.
L'alternare passato e presente, in una location nordica e innevata, fa pensare che quasi voglia emulare Camilla Läckberg senza riuscirci , e alle fine lascia un senso di delusione e incompiuto. Certo non manca qualche colpo di scena ma non è abbastanza.
Voto 2,5 su 5 

venerdì 16 febbraio 2018

La bambina che guardava i treni partire - Ruperto Long

Francia, 1940. La seconda guerra mondiale è ormai alle porte e i Wins, ebrei di origine polacca, rischiano di essere deportati. Alter, lo zio, è partito per la Polonia nel tentativo di salvare i suoi familiari, ma è stato preso e rinchiuso nel ghetto di Konskie. Il padre della piccola Charlotte vuole evitare che la sua famiglia subisca lo stesso destino, così si procura dei documenti falsi per raggiungere Parigi. Ma dopo soli quarantanove giorni si rende conto che la capitale non è più sicura e trasferisce tutti a Lione, sotto il governo collaborazionista di Vichy. Charlotte a volte esce di casa, e davanti ai binari guarda passare i treni carichi di ebrei deportati. Ben presto suo padre si rende conto che nemmeno Lione è il posto giusto per sfuggire alle persecuzioni e paga degli uomini perché li aiutino a raggiungere la Svizzera. Un viaggio molto pericoloso, perché durante un incidente i Wins si trovano molto vicini alla linea nazista... Una fuga senza sosta, di città in città, per scampare al pericolo, sostenuta dalla volontà ferrea di un padre di salvare a tutti i costi la propria famiglia. 

Tratto da storie vere, il libro racconta non solo della piccola Charlotte e delle tribolate vicessitudini atteaversate dalla sua famiglia durante la guerra, ma anche di altri personaggi. Come i volontari  sudamericani, che si sono arruolati nella Legione straniera combattendo contro Rommel in Africa, o i vari personaggi, ebrei e non, che si sono trovati a contatto con il ghetto ebreo prima e durante le deportazioni. Nelle ultime pagine ci sono pure alcune pagine raccontate  dal boia di Lione, Kalus Barbie.
Decisamente toccante, e il passare tra le varie vicende è stato fatto ottimamente, e non puoi non sentire il dolore delle vittime della follia nazista, sia di chi è morto che di chi è sopravvissuto.
Un libro che consiglierei a tutti di leggere

Voto 4,5 su 5

martedì 6 febbraio 2018

Alice nel paese delle vaporità - Francesco Dimitri

Ben è un giovane londinese che soffre di allucinazioni. Per lavoro legge manoscritti. Una notte gli arriva un libro che si chiama Alice nel Paese della Vaporìtà. Noi con lui seguiamo la storia di Alice, un'antropologa che vive in una Londra Vittoriana che non c'è mai stata. Alice viaggia nello Steamland, una terra invasa da un gas che provoca allucinazioni e mutazioni. Una terra in cui la realtà cambia a ogni istante, in cui 'giusto' o 'sbagliato' sono soltanto parole, e in cui le paroie stesso si trasformano in odori e sensazioni. Quella di Alice parte come una ricerca, ma si trasforma subito in una lotta per la vita e per la morte. Alice dovra sopravvivere in una terra oscura, in cui non c'e differenza tra orrore e meraviglia. Ben legge la sua storia. E qualcosa succede anche a lui.

Avevo adocchiato questo libro già nel 2010 appena uscito in libreria, ma per una ragione o per l'altra non me lo ero mai procurato. Questo fino all'estate scorsa dove lo presi on line da un noto sito.  Diciamo subito che tanta attesa non è stata inutile, il libro lo ho apprezzato molto, magari le prime pagine son un pò strane, in quanto bisogna abituarsi a vari elementi particolari come le vaporità, ma poi è stato un incalzare di eventi narrati un maniera molto fluida e coinvolgente.
Trovarsi numerosi personaggi di "Alice nel paese delle meraviglie" rivisitati in una versione fantasy mischiato allo steampunk, è stato decisamente qualcosa di innovativo, tra ingranaggi e vapori, in una storia che è in un continuo crescendo. Fore l'unica pecca è l'epilogo dove sembra che sia stato lasciato qualcosa in sospeso.

Voto 3,5 su 5

lunedì 6 novembre 2017

Quatto tazze di tempesta - Federica Brunini

Viola vive in un paesino del Sud della Francia, in una grande casa che divide con la sua cagnolina Chai. Ha un negozio di tè provenienti da tutto il mondo. La sua passione è trovare la miscela giusta per le emozioni di ogni cliente e inventare ricette gourmandes a base di tè. C'è un infuso per ogni stato d'animo, e lei li conosce tutti: strappa-sorrisi, leva-paura, antimalinconia, sveglia-passione, porta-gioia, tè abbraccio... Per il suo compleanno, Viola raduna sempre a La Calmette le sue tre amiche storiche per un rendez-vous a base di chiacchiere, relax, bagni di sole e profumo di lavanda. Quest'anno, però, è diverso. Nonostante la gioia di rivedere le amiche, Viola è tormentata dal dolore per la morte del marito. Mavi, l'unica mamma del gruppo, è perennemente stressata. Chantal, insegnante di yoga in cerca del suo posto nel mondo, è insicura del compagno, molto più giovane di lei. E Alberta, un architetto in carriera, è distante, troppo presa dal lavoro e da un nuovo, misterioso amore. Nessuna delle quattro donne sembra essere la stessa che le altre conoscono, o credono di conoscere. Ognuna cova dentro di sé un'inaspettata inquietudine, che monta di ora in ora come una tempesta fino a scoppiare all'improvviso davanti alla torta di compleanno di Viola e alla sua ignara assistente Azalée. Tra illusioni e delusioni, rimpianti e rivincite, lacrime e risate, le quattro donne si confronteranno con i loro sogni di ragazzine e le realizzazioni più o meno mancate dell'età adulta.


Deludente. Ho preso il libro attirato dalla fuorviante descrizione, attendendomi che l'argomento principale fosse il tè. Niente di più sbagliato, se si eccettua il breviario a fine libro, del tè non c'è traccia.
Storia indefinibile, a fine lettura non si capisce dove si volesse andare a parare.
L'unica cosa degna di nota sono le poche pagine a fine libro sul breviario del tè

Voto 1 su 5

mercoledì 1 novembre 2017

Mad. Nessun limite - Chloé Esposito

Alvina Knightly non è una donna come le altre. È nata col cuore a destra, nel posto sbagliato. È per questo che tutto, nella sua vita, è andato storto? Forse.
Ma ora il destino le ha offerto l’occasione di prendere il posto della sua gemella, Elizabeth. La sorella che ha il cuore al posto giusto. Che è sposata con un uomo affascinante e ha un bellissimo bambino. Che è buona, ricca, altruista. Perfetta. Ma prendere il suo posto significa entrare completamente nella sua vita. Significa che Elizabeth non ci deve essere più… Significa che deve morire. Per vivere l’esistenza che ha sempre desiderato, per vendicarsi di tutto il male che ha subito, Alvina è disposta a uccidere. Ma sbarazzarsi della sorella è soltanto il primo passo. Il secondo è mantenere il segreto. Ed è molto, molto più difficile…

Avevo preso questo libro incuriosito dalla descrizione. E in effetti la prima parte con la storia delle due gemelle, è molto intrigante.  Abbiamo Beth sposata con uomo ricco, amata dalla madre e che ha avuto sempre tutto, e abbiamo Alvira che fa fatica a sbarcare il lunario e odiata dalla madre.
La seconda parte invece, con il quadro rubato e la mafia risulta molto indigesta. Dei personaggi molto bene Alvira, mentre Beth è abbastanza insulsa, gli altri personaggi sono solo abbozzati.
Di certo non proseguirò la serie.

Voto 2,5 su 5

domenica 8 ottobre 2017

Dietro i suoi occhi - Sarah Pinborough

I segreti sono così. Se li mantieni, ne sei prigioniera. Se te ne liberi, ti perseguiteranno. Louise vorrebbe dire ad Adele tutta la verità, anche se si sono appena conosciute. Anche se Adele le sembra una donna così fragile, tormentata com'è dall'insonnia e dalla solitudine. Louise vorrebbe dirle che quella sera, al bar, quando è entrato quell'uomo, lei ha provato qualcosa che, nella sua vita di madre single, non provava da tempo. Vorrebbe dire ad Adele che le dispiace di averlo baciato. E che non poteva sapere che quell'uomo era suo marito. Anche Adele ha i suoi segreti. Non fa parola della nuova amica con David. E nasconde a Louise ciò che accade quando, nella loro splendida casa nel cuore di Londra, lei e il marito sono finalmente soli dietro porte chiuse. Così come ogni giorno, da anni, Adele nasconde a tutti quello che accade nella sua mente. Là dove nessuno può spiarla. Perché tante bugie, si chiede Louise? Divisa tra il suo fascinoso amante e la nuova, bellissima amica, soffocata dal castello di menzogne che lei stessa ha costruito, Louise dovrà trovare il coraggio di guardare dentro il matrimonio di Adele e David. Sapendo che le verità più spaventose si annidano nella mente, dietro quegli occhi che Adele, insonne, non chiude mai. Dagli stessi agenti di Paula Hawkins, arriva in Italia il nuovo fenomeno del thriller, una travolgente storia di amore e ossessione, con un finale impossibile da indovinare. Mantenete il segreto. E preparatevi a non dormire la notte.

Bella sorpresa questo libro, preso senza troppe pretese ma che invece si è rivelato un ottimo thriller psicologico con venature soprannaturali. Le prime pagine mi avevano lasciato un pò perplesso, più che altro per i capitoli brevi e i continui cambi di personaggio, ma poi quando i capitoli han cominciato a essere più nella norma e mi sono abituato ai cambi tutto ha ingranato.
I tre personaggi Louise, Adele e David sono ottimamente caratterizzati, in particolare io ho adorato Adele. La storia del piano misterioso di Adele lascia fino alla fine un alone notevole di mistero, tra tutte le ipotesi che ti vengono in mente durante la lettura nessuna si avvicina alla reale  storia. Il finale è veramente geniale e pazzesco.
Voto 4 su 5

martedì 3 ottobre 2017

To Love-Ru Darkness vol 1-13 (in corso) manga

L’ormai sedicenne Rito è vittima di Momo, la sorellina di Lala, che per renderlo felice dà il via all’operazione “Harem”, circondandolo così di ragazze disposte ad amarlo e a prendersi cura di lui! Allo stesso tempo prende avvio anche l’operazione “Darkness”, attuata da un losco figuro per niente contento di come l’assassina Yami, alias Oscurità d’Oro, sia stata contagiata dalla frivolezza delle altre aliene stabilitesi sulla Terra... In questo numero Rito e le ragazze si troveranno in una specie di zoo safari molto particolare, dove non mancheranno equivoci e situazioni ambigue! Dagli stessi autori di To Love-Ru, un’imperdibile e piccantissima nuova saga

Diciamo che leggere questa serie di manga senza aver letto To Love-Ru di cui questo è il seguito/spin off non è molto indicato, ma avendo visto tutte le serie anime (To Love-Ru Trouble, Motto To Love-Ru, To Love-Ru Darkness 1 e 2.) nell'ordine giusto posso soprassedere.  Qui abbiamo Lala un pò in disparte con la storia che al fianco di Rito vede più le su sorelle Momo e Nana, la misteriosa Mea e il suo ancora più misterioso capo che vuole risvegliare Oscurità d'oro. La serie si incentra sulle due operazioni, Harem a cura di Momo e Darkness nei piani di Nemesis. Direi che la storia procede molto bene e posso solo che essere soddisfatto.
Voto 4 su 5

Piccoli limoni gialli - Kajsa Ingemarsson

Nel giro di poche ore Agnes vede il suo mondo andare in pezzi: il suo capo tenta goffamente di molestarla e, vistosi respinto, la licenzia. Rientrando a casa frustrata e amareggiata viene accolta, anziché dall'abbraccio consolatorio del fidanzato, dalla notizia che lui ha deciso di lasciarla. E un'altra brutta sorpresa è in arrivo dai genitori... Ce n'è di che chiudersi in casa a compiangersi. E invece Agnes non vuole darsi per vinta e, superato l'iniziale sconforto, cerca di riprendere in mano la propria vita accettando la proposta di un amico: aprire insieme un piccolo ristorante che profonda nell'inverno svedese profumi e sapori del Mediterraneo e di quei Piccoli limoni gialli che diventeranno la loro insegna. I due investono tutte le loro energie e i risparmi nella nuova avventura... Ma sarà la scelta giusta? Riuscirà Agnes a riscattarsi e magari a ritrovare l'amore?

Curiosità per questo libro, da amante dei libri nordici, anche se di nordico prediligo i thriller, attiranto anche dal titolo che prometteva bene. Ho sentimenti contrastanti rispetto a questo libro, che di nordico non ha molto, non si percepisce l'ambientazione svedese, anche se la storia aveva molte potenzialità, ma in molti frangenti risulta troppo melensa per i miei gusti.
Agnes classica persona a cui capitano di tutti i colori, a iniziare dal tentato stupro e perdita del lavoro  per finire con il tradimento del fidanzato e la perdita del lavoro dei genitori e quant'altro che è un pò un clichè. La storia prosegue tra alti e bassi con parti interessanti e altre melense, con parti in cui si capisce che i gusti musicali di Agnes sono un pò discutibili, visto che considera Pink Floyd e Led Zeppelin pessima musica. La parte finale invece è decisamente piacevole.
Senza infamia e senza lode
Voto 2,5/5

Ti potrebbero interessare

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...